LA NASCITA DEL GEMELLAGGIO

I contatti con Villemur sur Tarn nascono nel lontano mese di maggio del 1990 quando un nostro conterraneo che lavorava presso il CNES di Toulouse, e appassionato maratoneta, partecipò alla “Ronde du Frontonnais” di Villemur e la vinse.

L’anno successivo una delegazione di atleti francesi fu invitata a partecipare alla “Maratonina Coresina” organizzata da CTF di Passo Corese, invito accolto con enorme gioia e partecipazione da parte di tutti gli atleti.

Dal 1992 inizia la vera e propria avventura del gemellaggio con la prima accoglienza tra i due comuni.

Da allora più di 700, tra ragazzi ed adulti, sono stati ospitati dalle famiglie di Fara ed altrettanti dalle famiglie francesi.

Il Patto di amicizia e gemellaggi tra i due comuni è stato firmato nel 1996 a Villemur e nel 1997 a Fara in Sabina. Nel 2001 il comitato spontaneo, che già operava da anni, viene ufficialmente costituito e nasce il “Comitato Comunale dei Gemellaggi” formato da cittadini volontari e dal sindaco che ne è il presidente.

Oggi il Comitato è in continua evoluzione e strutturato ad intraprendere diverse attività. Dalla sola accoglienza e ai viaggi, per ragazzi ed adulti, in Francia si è arrivati ad uno scambio tra le scuole, a stages sportivi di discipline diverse ed ultimamente si iniziano ad intraprendere anche scambi di economie locali.

Inoltre il Comitato dei Gemellaggi di Fara in Sabina ha stipulato un Patto di Amicizia con il Popolo Saharawi accogliendone i bambini per i periodi estivi e attuando iniziative atte a sostenerli nella loro terra.

LO SCOPO DELL’ASSOCIAZIONE

Contribuire a porre le fondamenta di un’unione sempre più ravvicinata fra il popolo italiano e i popoli delle città gemellate, nella comune convinzione di superare le differenze che ci dividono;

Creare autentici legami d’amicizia fra giovani di lingue e costumi diversi, sviluppando lo scambio fra cittadini con da temi d’interesse comuni per rafforzare la comprensione e il rispetto fra la nostra città e quelle gemellate;

Promuovere progetti
che valorizzino l’idea del gemellaggio e favoriscano ulteriore sviluppo del movimento;

Promuovere la creatività nella definizione d’iniziative innovatrici, sviluppando manifestazioni a tema nel campo culturale, turistico, sportivo, sociale ed economico nell’interesse delle reciproche comunità.

L’Associazione ha carattere di volontariato ed affianca il Comune nei suoi rapporti istituzionali con le città gemellate.